Da sin.: mons. Palumbo e mons. Cibotti

Papa Francesco ha nominato vescovo di Trivento monsignor Claudio Palumbo, finora vicario generale della diocesi di Isernia-Venafro. Lo ha reso noto un Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede. Monsignor Palumbo ha preso il posto di monsignor Domenico Angelo Scotti, di cui il Pontefice ha accettato la sua rinuncia al governo pastorale, per raggiunti limiti di età. Monsignor Claudio Palumbo, 52 anni, è nato a Venafro. Dopo la maturità classica è entrato nel Pontificio Seminario Regionale di Chieti e ha conseguito il Baccalaureato in Teologia presso l’Istituto Teologico Abruzzese-Molisano. Presso la Pontificia Università Gregoriana ha conseguito nel 1994 la Licenza e nel 2006 il Dottorato in Storia della Chiesa, disciplina che ha insegnato sino a oggi in Istituti Teologici. E’ stato ordinato sacerdote il 15 agosto 1990 per la diocesi di Isernia-Venafro. Dal 1990 al 2011 e’ stato parroco di San Giovanni Bosco. Dal 1993 al 1998 e’ stato vicerettore del Pontificio Seminario Regionale di Chieti. Dal 1993 al 2011 e’ stato Bibliotecario dell’Istituto Teologico Abruzzese-Molisano. Dal 2009 e’ Vicario Generale e dal 2011 e’ Parroco di San Pietro Apostolo. Dal 2009 e’ Prelato d’Onore del Papa. A Isernia la notizia della nomina a vescovo di monsignor Caludio Palumbo, è stata accolta con il suono delle campane a festa. L’incarico affidato a don Claudio non ha affatto sorpreso chi lo conosce, mentre il diretto interessato non ha nascosto un po’ di stupore, anche se quando si ricopre il ruolo d vicario – ha detto – è possibile che ciò che accada. L’ordinazione a vescovo è prevista per l’8 settembre a Isernia, nella chiesa di San Giuseppe Lavoratore. Sarà un momento di gioia, ma il distacco inevitabilmente provocherà anche dispiacere. L’ingresso nella diocesi di Trivento è invece fissato per il 23 settembre. Monsignro Palumbo conosce bene questa realtà. E ai fedeli e al clero manda questo messaggio: “Accoglietemi così come io vi ho già accolto nel mio cuore”. Monsignor Palumbo ha ricevuto numerosi attestati di stima: messaggi sono giunti da autorità politiche, ecclesiastiche, ma soprattutto da tantissima gente comune.

Potrebbe interessanti anche:

Fiamme in una casa di Montecilfone: muore una donna, ferito il marito

Tragedia a Montecilfone, fiamme divampano in una casa alla periferia del paese. Muore una …