Pubblicato: martedì 15 gennaio, 2019 - Tempo di lettura: 3 min.

Sanità, parla il Commissario Angelo Giustini. “Ci confronteremo con tutti ma dateci tempo, siamo ancora senza una sede operativa”. Il distinguo dalla politica

DI GIOVANNI MINICOZZI

Dopo un brevissimo periodo di riflessione il commissario ad Acta per la sanità, dottor Angelo Giustini, seppur tirato per la giacca, ha rilasciato le sue prime dichiarazioni a Telemolise dalle quali risulta evidente la volontà di riorganizzare il sistema regionale e di risolvere tutte le emergenze accumulate con dodici anni di commissariamento. Giustini ha dichiarato anche la sua disponibilità a incontrare, appena possibile, il comitato pro-Cardarelli, il Forum per la difesa della sanità pubblica di qualità, i sindacati e gli operatori del settore per acquisire informazioni utili in grado di ridare efficienza al sistema messo in crisi dai tagli e dagli intrecci perversi con la politica.
Ecco le sue dichiarazioni:

Noi siamo arrivati da quindici giorni, siamo inondati di carte e scartoffie e ancora non abbiamo a regime le tre stanze chieste alla Regione, ma stanno risolvendo, né le due all’interno del Cardarelli necessarie per renderci quanto meno operativi tra l’una e l’altra soluzione. Siamo già al lavoro ma abbiamo la necessità di metabolizzare
le tante situazioni e le assicuro che tutte le cose che ci vengono dette le valutiamo con attenzione e poi le ripassiamo. Quindi stiamo facendo una fatica che Dio solo sa“.

– Quando sarete nelle condizioni logistiche per essere operativi?

Interfibra - Internet veloce + chiamate illimitate a partire da 9  al mese

Domani ci devono dare delle risposte sia a me che alla vice e penso che per mercoledì ci dovrebbe essere (parlo al condizionale) la presentazione ufficiale per la prima volta dello staff regionale, quindi dei preposti e di tutto l’apparato della struttura che gestirà la sanità del Molise“.

– Comitati e sindacati pero’ chiedono un incontro urgente.

Riceveremo senz’altro i comitati, sia pro-Cardarelli che quelli del Forum, senza alcun dubbio ma chiedo: dove li dobbiamo ricevere? Non abbiamo un salone, anche per sottoporci a quello che è un legittimo confronto, alle domande e alle risposte di ciò che vogliamo fare per invertire la rotta e che giustamente i cittadini vogliono conoscere. Quindi le ho fatto rapidamente questa piccola nota per descrivere la situazione attuale e per dirle che non siamo pronti per dare anche una sola risposta come giustamente lei chiedeva e sollecitava, tutto qui! Noi siamo appena arrivati, siamo qui da quindici giorni, come si fa ad azzardare risposte serie? Stiamo soltanto cercando di capire entrambi ,sia io che la vice, e scontiamo le difficoltà che non abbiamo ancora macchinari, cose, computer, stanze pronte dove sistemarci per selezionare, di volta in volta, quello che ci verrà sottoposto. Stessa cosa al Cardarelli dove abbiamo chiesto due stanze, non lo so ci dicono che sono in fase di allestimento. Nonostante tutto stiamo cercando di dare delle risposte tecniche e, per quanto possibile, immediate. Ci dovete consentire, umanamente parlando, di metabolizzare perché siamo arrivati da quindici giorni, con tutto quello che può essere la complicazione della logistica, un minimo di logistica. Comunque siamo pronti per migliorare i servizi in favore di questa sanità dopo dodici anni di commissariamento con risultati, lo ha detto pure lei, che sono sotto gli occhi di tutti. Senz’altro daremo delle risposte ufficiali, io e la mia vice, nel momento in cui saremo nella condizione di farlo. Noi siamo dei tecnici – ha concluso il commissario sottolineando la differenza dai politici – e fate attenzione, non ci confondete. Siamo tecnici nella condizione idonea per poter sostenere, ma con ragioni oggettive, quello che ha chiesto lei, ovvero il miglioramento del servizio regionale e del sistema emergenze – urgenze per le patologie tempo-dipendenti“.

Sembra evidente che, dopo l’ottima presentazione del sub-commissaario Ida Grossi attraverso Telemolise, anche il commissario Angelo Giustini promette serietà, competenza e disponibilità al confronto per garantire un sistema sanitario efficiente e risposte qualificate ai molisani. È necessario, però, che li lascino lavorare in pace e che la politica non metta il bastone tra le ruote come già denunciato da Angelo Giustini sulla mancanza di una sede operativa per ospitare la nuova struttura commissariale.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi