Pubblicato: giovedì 06 dicembre, 2018 - Tempo di lettura: 2 min.

Interfibra - Internet veloce + chiamate illimitate a partire da 9  al mese “Up&Down”, arriva ad Isernia lo spettacolo di Paolo Ruffini

“I ragazzi down sono i più up che conosco!”. E’ per questo che Paolo Ruffini ha scelto loro come compagni di avventura per lo spettacolo comico ‘Up&Down’ che andrà in scena il 28 Dicembre 2018 all’Auditorium Unità d’Italia di Isernia. Il debutto è avvenuto nel 2018 e ha calcato importanti palcoscenici in tutta Italia, registrando numerosi sold-out. 

“E’ uno spettacolo – ha detto  Ruffini – che racconta le relazioni umane in chiave comica, ma anche commovente. Sono sul palco con 6 ragazzi della compagnia Mayor Von Frinzius” di cui 5 down e un autistico. “Tutti livornesi e ormai attori professionisti a tutti gli effetti”. Ingaggiati e retribuiti per ogni singolo spettacolo. Lo show, ha raccontato l’artista,”verte sul fatto che io voglio fare un varietà, un one man show con grandi scenografie, paillettes, ospiti. E lo dichiaro al pubblico. Ma appena si apre il sipario si vedono degli alberi di Natale e quindi c’è qualcosa che non torna. Da lì in poi da parte dei ragazzi comincia una sequela di apparenti boicottaggi dove in realtà ognuno degli attori dimostra di essere molto più abile di me in varie discipline. Uno degli aspetti di ‘Up & down’ è proprio l’abilità e la disabilità alla felicità, al mettersi in discussione, ad ascoltare.Chi frequenta i down sa che hanno una grande confidenza con la vita, con la fisicità, con la bellezza. Sono davvero i ragazzi più up che conosco, mentre in giro per la strada trovo tanti down arrabbiati con la vita, persone che non sono abili al sorriso, ad accorgersi della bellezza. E così, ironia e irriverenza  accompagnano gli spettatori in un viaggio che racconta la bellezza che risiede nelle diversità. Una vera e propria esperienza in cui le distanze tra palcoscenico e platea si annullano, e  alla fine attori e spettatori si trovano per condividere un gesto rivoluzionario: un grande  abbraccio.

L’attore ha portato con sé una piccola parte della compagnia -“ho portato gli attori che si potevano muovere” – e aveva già lavorato con alcuni dei membri della von Frinzius nel suo show “Un grande abbraccio Up”.

La Compagnia e l’attore stanno lavorando allo spettacolo da tre anni: “I testi sono stati scritti un po’ da me e un po’ da Lamberto e si tratta di parti attoriali e improvvisate. Non si sa quanto dura, un’ora e mezza o due ore, dipende da come rispondono gli attori sul palco”.
I biglietti sono acquistabili sul circuito e sito di ciaotickets.
 
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi