Pubblicato: sabato 10 novembre, 2018 - Tempo di lettura: 1 min.

Castellina, al Tar vince il Comune difeso da Di Pardo

Questa volta, davanti al Tar, ha avuto ragione il Comune che, difeso dallo studio Di Pardo, di Campobasso, ha ottenuto una sentenza che azzera tutte le concessioni rilasciate negli anni passati per la captazione dell’acqua minerale. La Regione Molise dovrà quindi rilasciarle di nuovo, rendendole compatibili e secondarie rispetto alle esigenze delle famiglie residenti a Castelpizzuto. Per il Comune: «Questa volta non ci sono dubbi: l’acqua dovrà essere ‘restituita’ agli abitanti di Castelpizzuto. Lo ha stabilito il Tar con una sentenza che lascia davvero poco spazio ai dubbi, a detta degli avvocati Salvatore Di Pardo e Anna Pangia, difensori del Comune che la battaglia l’aveva iniziata anni fa. Il Tar ha finalmente messo la parola fine a questo contenzioso dicendo non solo che Colella non poteva imbottigliare tutta l’acqua ma anche spiegando nel dettaglio cosa dovrà fare in futuro». Del tutto opposta la versione di Colella, per lui il Tar, ha azzerato tutte le concessioni, non solo la sua ma anche quella del Comune, comunque i suoi avvocati faranno ricorso per ottenere dal Consiglio di Stato la sospensiva.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi