Pubblicato: sabato 06 ottobre, 2018 - Tempo di lettura: 2 min.

Interfibra - Internet veloce + chiamate illimitate a partire da 9  al mese Sanità, la bufala del commissario ad acta. Sistema bloccato da 5 mesi mentre i molisani vanno a curarsi fuori regione

Il ministro della Sanità, Giulia Grillo e Costantino Gallo

di GIOVANNI MINICOZZI

Il governatore del Molise Donato Toma

Si tinge di giallo la nomina del commissario ad acta per la sanità che il governo Lega – Movimento 5 stelle dovrebbe decidere nelle prossime ore. Negli ultimi giorni era circolata l’indiscrezione secondo la quale il prescelto sarebbe stato il dottor Costantino Gallo, originario di Ururi ma impegnato professionalmente fuori regione, invece la notizia non trova nessuna conferma.
In particolare il deputato del M5S, Antonio Federico, parla esplicitamente di un “azzardo giornalistico sulla vicenda” e mantiene la bocca cucita sul designato attendibile.
Peraltro, lo stesso Costantino Gallo non ha confermato l’indiscrezione pur sottolineando che sarebbe, ovviamente, gratificato da tale incarico.
Sulla vicenda, stranamente, non ha parlato il Presidente della Regione Donato Toma il quale, fin dal suo insediamento, ha rivendicato, invano, la nomina a commissario alla sanità.
Dunque, al momento non esiste alcuna certezza sul nome ma resta intatta la volontà del Governo Conte di preferire un esperto in materia sanitaria e non il Presidente della Regione Donato Toma.
L’imminente ritorno in Molise del vice premier Luigi Di Maio, che il prossimo 20 ottobre inaugurerà l’anno accademico all’Unimol, fa pensare alla probabile nomina di un esponente dell’Ateneo ma i rappresentanti regionali del M5s, che avrebbero segnalato il nominativo del prescelto (un molisano acquisito, dicono) alla Ministra Giulia Grillo, negano anche questa ipotesi.
Tra i tanti misteri, però, resta l’urgenza, sollevata da più parti, di nominare il commissario per ripristinare la funzionalità e la catena organizzativa nel sistema sanitario regionale bloccato, di fatto, da oltre 5 mesi.
Nel frattempo i molisani vanno a curarsi fuori regione con conseguente aggravio del disavanzo, il braccio di ferro con il M5s continua e Donato Toma spera ancora in una nomina che appare del tutto impossibile.
Il Governatore farebbe bene a concordare con i ministeri interessati la nomina di un esterno, qualificato e molisano, di sua fiducia per porre fine a una situazione insostenibile.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi