Pubblicato: sabato 11 agosto, 2018 - Tempo di lettura: 2 min.

Isernia, la nuova dislocazione delle scuole, tra San Lazzaro e San Leucio

Scuole a Isernia, c’è la conferma ufficiale: il Comune procederà con il progetto che prevede la chiusura di entrambi le vecchie sedi delle medie e la suddivisione in due differenti poli. È stata, infatti, pubblicata all’Albo pretorio la delibera con cui si comunica ilpiano di utilizzo degli edifici scolastici per l’anno scolastico2018/19. L’atto evidenzia che “superato il periodo di emergenza, per il prossimo anno scolastico l’amministrazione è in grado di assicurare a tutti gli istituti scolastici edifici che offrono le più ampie garanzie possibili in tema di sicurezza”. Inoltre, che sono ormai conclusi, o stanno per concludersi, i lavori relativi al cosiddetto polo di via Umbria ed al plesso del cosiddettoedificio comunale-ex V settore in località Acqua sulfurea, mentre sono in via di definizione i termini di acquisizione in locazione di un edificio privato in via Berta, che garantirà il trasferimento delle scolaresche della scuola dell’infanzia temporaneamente ospitate presso l’edificio ‘Calabrese’ di Miranda. L’amministrazione rimarca di aver valutato anche “l’esito del Consiglio comunale ‘aperto’ tenutosi sull’argomento, dal quale comunque non sono emersi elementi sufficienti a modificare nella sostanza i provvedimenti diassegnazione degli edifici come delineati dall’amministrazione d’Apollonio”. Questi i due poli: uno a San Lazzaro per la Giovanni XXIII che dice addio allo storico edificio di corso Garibaldi, e uno a San Leucio, con l’Andrea d’Isernia che, anch’essa, lascia la storica sede di via Majorino. Dunque nel plesso denominato ‘Edificio Azzurro’ sito a San Lazzaro andranno Giovanni XXIII –Scuola dell’Infanzia San Lazzaro e Giovanni XXIII –Scuola Primaria San Lazzaro; nel plesso denominato ‘Edificio Tagliente’ sito a San Lazzaro andranno Giovanni XXIII –Scuola Infanzia San Leucio e Giovanni XXIII –Scuola Media; unica eccezione: nel plesso denominato ‘Scuola in legno, questa volta a San Leucio, andrà la Giovanni XXIII –Scuola Primaria San Leucio.

E nel secondo Polo sito a San Leucio nuovo di zecca andranno San Giovanni Bosco –Scuola Primaria e San Giovanni Bosco –Scuola Media Andrea d’Isernia; nel plesso denominato ‘Fabbricato colorato’ andrà la San Giovanni Bosco –Scuola Primaria; anche qui una sola eccezione, nel plesso denominato ‘Edificio Comunale ex V settore’ sito in via Acqua Solfurea andrannoSan Giovanni Bosco –Scuola dell’infanzia S.Pietro Celestino e San Giovanni Bosco –Scuola Primaria S.Pietro Celestino;nel plessodell’edificio privato sito in via Berta andrà laSan Giovanni Bosco –Scuola dell’Infanzia. Qualora l’acquisizione in locazione dei locali non dovesse essere perfezionata per l’inizio del prossimo anno scolastico, la scuola dell’infanzia dell’Istituto ‘San Giovanni Bosco’ rimarrà temporaneamente ospitata presso l’edificio di proprietà Calabrese sito in Miranda, per il tempo strettamente necessario all’acquisizione.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi