Pubblicato: mercoledì 14 febbraio, 2018 - Tempo di lettura: 2 min.

L’appello di un missionario molisano per aiutare il popolo camerunense

Don Antonio Mascia è un missionario, un parroco molisano, di Chiauci, che ha scelto di dedicare la sua vocazione cristiana al prossimo, a chi meno o nulla ha. E’ andato nel cuore dell’Africa, in Camerun. Nell’Africa pericolosa, quella degli innumerevoli conflitti, degli eccidi, dittature, povertà e fame. Da dove migliaia di persone, se non perdono la vita, fuggono nella speranza di vivere. Da Mamfe, centro diocesi camerunense, Don Antonio Mascia ha scritto al suo amico Don Alberto Conti, responsabile della Caritas Diocesana di Trivento, per chiedere aiuto. Non per sè, ma per chi sta perdendo tutto.

“Soldati e civili stanno morendo, uccisi, ci sono disordini nelle vicinanze di Manfe e a confine con la Nigeria, dove il terrore sta facendo fuggire migliaia di persone. In 5mila rifugiati almeno vivono in strada, senza cibo, medicine – ha scritto Don Antonio Mascia – qualche aiuto che arriva dalle Nazioni Unite è stato preso dalla Nigeria. La Caritas nazionale camerunense fa quel che può. Ci sono case distrutte nei villaggi del Camerun. Questa è la stagione della semina e senza non ci sarà cibo l’anno prossimo. Di qui l’accorato appello del missionario molisano alla sua Diocesi di appartenenza. «Se la Caritas di Trivento potesse dare un segno di solidarietà – è la richiesta di Don Antonio Mascia – sarebbe un gesto di grande aiuto oltre che di comunione tra chiese. Qualunque aiuto qui è utilissimo. Quello che da voi può essere poco – ha concluso – qui è tanto».
Nella preghiera dell’Angelus di domenica 4 febbraio, Papa Francesco ha annunciato una giornata di preghiera e digiuno per la pace nel mondo, dove imperversano conflitti, da tenersi il venerdì della prima settimana di Quaresima, il 23 febbraio. Dalla Diocesi di Trivento, raccogliendo l’appello di Don Antonio, Don Alberto Conti ha fatto sapere che si pregherà e digiunerà anche per la pace in Camerun e che, nelle parrocchie della stessa diocesi, si offrirà tutta la raccolta della Quaresima di fraternità al sostegno dei profughi di quelle terre.
Intanto il Vescovo Claudio Palumbo ha inviato una prima somma di 5mila euro destinata alla minoranza Rohingya perseguitata dalla dittatura birmana.

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 



Il Giornale del Molise, reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001 - Editore E.I.S. srl – via San Giovanni in Golfo Z.I. 86100 Campobasso – P.IVA 01576640708
Editorialista Pasquale Di Bello - Direttore responsabile Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi