Pubblicato: venerdì 09 febbraio, 2018 - Tempo di lettura: 2 min.

Politica, coalizioni in fermento e spuntano nuovi candidati alla Regione. Lunedì il sorteggio per le schede

di Giovanni Minicozzi

Coalizioni in affanno e impegnate sia nella campagna elettorale del 4 Marzo sia nella scelta dei candidati alla Presidenza della Regione .In particolare alcuni soggetti politici di centrodestra e cioè i Movimenti Civici, i cosiddetti Sovranisti che fanno capo ad Angela Fusco Perrella e al figlio Carlo Perrella ,una frangia di Fratelli d’Italia, l’ex Udeur Vincenzo Niro e l’ex Presidente della provincia di Campobasso Rosario De Matteis spingono per scegliere subito il candidato del centrodestra alla Presidenza della Regione. Il loro prescelto è sempre il Presidente del tribunale di Isernia Enzo Di Giacomo. Il resto della coalizione, però, ritiene che l’aspirante Presidente debba essere individuato dopo le elezioni politiche del 4 Marzo per evitare malumori e delusioni che potrebbero influire negativamente sull’esito del voto. In queste ore i mediatori, a partire da Mario Pietracupa, sono al lavoro per risolvere il problema. Sul versante opposto la coalizione di centrosinistra, impegnata in una difficile campagna elettorale per il Parlamento, non fa mistero di puntare su Paolo Frattura per le regionali ma c’è anche chi fa circolare i nomi di Enrico Colavita e Vittorino Facciolla come possibili sostituti dell’attuale governatore al vertice della Regione. Il terzo fronte, ovvero Ulivo 2.0 ,deciderà nei prossimi giorni se convocare l’assemblea dei mille, per scegliere il candidato Presidente, subito prima o subito dopo le elezioni del 4 Marzo. Molto dipenderà dalla data delle elezioni regionali per la quale, al momento ,non esiste alcuna ufficialità. Il Presidente Frattura aveva indicato la data del 22 Aprile ma di fatto ha rimesso la decisione finale nelle mani del Ministero dell’Interno che ancora non decide. Secondo indiscrezioni, non confermate, ci sarebbe un tacito accordo tra il Ministro Minniti e il Governatore, per accorpare le regionali con il turno delle amministrative previsto a fine Maggio. Di certo però per votare il 22 Aprile il relativo decreto dovrebbe essere pubblicato almeno quarantacinque giorni prima e cioè entro e non oltre il giorno 8 Marzo. Molti osservatori si chiedono a chi giova tanta incertezza che determina anche dubbi sull’opportunità istituzionale di allungare la vita di circa tre mesi all’attuale consiglio regionale e sulla possibilità che lo stesso possa espletare i pieni poteri legislativi in regime di proroga. Dubbi fondatissimi considerato che sia la Giunta sia il Consiglio regionale continuano imperterriti ad approvare delibere e leggi che , in certi casi, stravolgono le regole come accaduto con la recente modifica dello Statuto regionale. Sullo sfondo resta la spasmodica attesa per l’esito del risultato elettorale del 4 marzo che potrebbe stravolgere tutte le aspettative per i candidati in pectore alle regionali. Intanto le commissioni elettorali istituite presso la Corte d’Appello di Campobasso lunedi’ 12 febbraio faranno il sorteggio dei partiti e dei candidati alla Camera e al Senato per stabilire la sequenza sulle due schede elettorali.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi