Pubblicato: mercoledì 10 gennaio, 2018 - Tempo di lettura: 2 min.

Interfibra - Internet veloce + chiamate illimitate a partire da 9  al mese Cassazione: “Scuole a rischio sequestro anche in zone a basso rischio sismico”

Sono ben oltre la metà le scuole a rischio sismico in Molise, zona dove le possibilità di terremoti non sono certo basse. Stando ora a una sentenza della Cassazione, moltissime scuole in tutta Italia e dunque anche nella nostra regione potrebbero finire sotto sequestro. La Procura di Campobasso,ha anche un’inchiesta aperta.

Dunque, secondo i giudici della suprema Corte sono da chiudere in via preventiva quegli edifici scolastici che non rispettano in pieno gli standard di sicurezza anticrollo, anche se è minimo lo scostamento dai parametri di edificazione emanati nel 2008 e anche le strutture sono in una zona a basso rischio sismico. I terremoti non sono prevedibili e quindi, sempre secondo la Cassazione, i sindaci non devono opporsi al sequestro.

Con queste motivazioni gli ermellini hanno accolto il ricorso della procura di Grosseto nei confronti del sindaco di Roccastrada, indagato per omissione di atti di ufficio in quanto non aveva chiuso la scuola di una frazione del paese, nonostante dal certificato di idoneità statica della struttura ne emergesse la non idoneità sismica.

Contro il sequestro disposto dalla magistratura il primo cittadino si era opposto, facendo ricorso che era stato accolto dal riesame e i sigilli erano stati tolti. In pratica non si erano riscontrati pericoli concreti e attuali di crollo e si era registrata una inadeguatezza minima rispetto ai vigenti parametri costruttivi antisismici.

La Procura grossetana si è così rivolta alla Cassazione sostenendo che la scuola andava chiusa. Gli “Ermellini” hanno dato ragione al Pm toscano sottolineando, testualmente, che “nel carattere non prevedibile dei terremoti la regola tecnica di edificazione è ispirata alla finalità del contenimento del rischio di verificazione dell’evento. Quindi, per la Cassazione, “l’inosservanza della regola tecnica di edificazione proporzionata al rischio sismico della zona, anche se basso, integra pur sempre la violazione di una norma di aggravamento del pericolo e come tale va indagata e rileva ai fini dell’applicabilità del sequestro preventivo”.

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise, reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001 - Editore E.I.S. srl – via San Giovanni in Golfo Z.I. 86100 Campobasso – P.IVA 01576640708
Editorialista Pasquale Di Bello - Direttore responsabile Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi