Pubblicato: giovedì 07 dicembre, 2017 - Tempo di lettura: 2 min.

Accordo elettorale sui precari della Sanità

di GIOVANNI MINICOZZI

Regione, Direzione Generale della Salute, vertici dell’Asrem e sindacati hanno sottoscritto un accordo che prevede la stabilizzazione di tutti i precari della sanità ,con il Decreto Madia, nonche’ l’attivazione della mobilità per 140 infermieri molisani che prestano la loro opera in altre regioni. Resta in piedi però anche il bando, in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica, per assumere con regolare procedura concorsuale 140 precari del settore che operano con l’Asrem da molto tempo. In attesa d attuare le procedure e dii applicare il Decreto Madia per tutti i precari con contratto a tempo determinato e con scadenza il prossimo 31 dicembre è stata decisa una proroga di sei mesi. Una proroga che, quindi, scadrà il 30 giugno 2018, ovvetoi alcuni mesi dopo le elezioni di marzo. La sensazione è che la Regione abbia giocato al rialzo per non scontentare nessuno proprio nell’imminenza delle elezioni regionali le quali, presumibilmente, vedranno impegnati direttamente anche alcuni sindacalisti che hanno firmato l’accordo. Soddisfatti comunque i protagonisti della trattativa. “Ha vinto il Molise! Ha vinto il Molise – ha dichiarato la segretaria della Uil Tecla Boccardo – perché si riappropriaia di quelle che sono le professionalità che sono uscite fuori dal Molise e che possono rientrare in Molise con l’attivazione della mobilita’. Ha vinto il sindacato perché il sindacato queste battaglie le sta facendo al fianco dei lavorator e con loro le sta portando avanti – ha aggiunto la Segretaria. Il grande risultato del Decreto Madia è il risultato del sindacato confederale di CGL CISL UIL .Tutti i precari saranno stabilizzati e molti infermieri molisani che lavorano fuori Regione rientreranno. Quindi il sindacato al fianco dei lavoratori ha vinto. Ha perso chi invece su questa faccenda e sul precariato ha voluto fare clientele. Ha perso chi, anche in questi giorni , ha cercato di appoggiare una parte piuttosto che un’altra,. Ha perso chi ha cercato di alimentare la guerra tra i poveri” – ha concluso la sindacalista. Per restare in tema di accordi prenatalizi e preelettorali il coordinatore del sindacato CSA Feliciantonio Di Scavi ha fatto sapere di aver raggiunto l’intesa con Molise Acque per l’assunzione di cinquanta unità lavorative a part-time e a tempo indeterminato per tre anni. Dunque, all’improvviso, nella Regione delle banane e dei papaveri spuntano posti di lavoro a go go’ in un contesto martoriato per anni dalla povertà e dalla disperazione. Ben vengano allora le elezioni se servono a dare lavoro ai disoccupati e a stabilizzare i precari, ma resta l’amaro dubbio che si tratti di ulteriori promesse da marinaio e di presa in giro dei cittadini. Chi vivrà vedrà.

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise, reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001 - Editore E.I.S. srl – via San Giovanni in Golfo Z.I. 86100 Campobasso – P.IVA 01576640708
Editorialista Pasquale Di Bello - Direttore responsabile Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi