Pubblicato: venerdì 01 dicembre, 2017 - Tempo di lettura: 2 min.

Interfibra - Internet veloce + chiamate illimitate a partire da 9  al mese Roccamandolfi. Minaccia la madre con un coltello, denunciato dai Carabinieri

Controlli serrati dei Carabinieri tra Isernia e comuni limitrofi, durante i quali quattro persone sono finite nei guai per vari reati. A Roccamandolfi, i militari della Stazione di Cantalupo nel Sannio, hanno denunciato per minaccia aggravata un giovane originario dell’Europa dell’est, il quale a seguito di una lite scaturita per futili motivi, armato di coltello ha minacciato la madre convivente. L’arma è stata sottoposta a sequestro. Nel centro di Isernia invece, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia hanno segnalato alle competenti Autorità tre giovani del posto, uno trovato in possesso di un involucro contenente dosi di cocaina e gli altri due in possesso di involucri contenenti dosi di hashish. Le sostanze stupefacenti sono state sottoposte a sequestro mentre continuano le indagini per accertare se la droga rinvenuta era per uso personale o se destinata all’attività di spaccio.
Nell’ambito di una attività di monitoraggio finalizzata al contrasto del fenomeno dello sfruttamento del lavoro nero e più in generale per la tutela della sicurezza sui luoghi di lavoro, a Castel San Vincenzo, i militari della locale Stazione, hanno denunciato il titolare di un’impresa boschiva che occupava nella sua ditta lavoratori a nero. Nella zona di Pozzilli invece, i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Isernia, hanno denunciato il titolare di un’azienda zootecnica per violazioni in materia di tutela della sicurezza sui luoghi di lavoro, mentre ad Isernia, il titolare di un’impresa edile dovrà rispondere oltre che di mancata sicurezza sui luoghi di lavoro anche di sfruttamento di lavoratori in nero. Emesso anche un provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale.
A Bagnoli del Trigno, i Carabinieri della locale Stazione, hanno smascherato una coppia di truffatori che aveva messo in vendita online un montascale, di fatto inesistente, che un anziano del luogo tentava di acquistare versando come anticipo per l’acquisto la somma di cinquecento euro. L’anziano non avendo ricevuto più notizie circa la merce acquistata, si è rivolto ai Carabinieri che dopo una breve ma intensa e meticolosa attività investigativa hanno incastrato i due autori del raggiro, entrambi residenti nel torinese, nei cui confronti è scattata una denuncia alla competente Autorità Giudiziaria per truffa aggravata.

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise, reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001 - Editore E.I.S. srl – via San Giovanni in Golfo Z.I. 86100 Campobasso – P.IVA 01576640708
Editorialista Pasquale Di Bello - Direttore responsabile Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi