Pubblicato: sabato 25 novembre, 2017 - Tempo di lettura: 1 min.

Interfibra - Internet veloce + chiamate illimitate a partire da 9  al mese Parco dell’Olivo, Scarabeo: Frattura fa l’indiano! Mantenga gli impegni assunti accreditando le somme pregresse

“I costi di gestione del Parco dell’Olivo di Venafro sono previsti dall’applicazione della Legge Regionale istitutiva del Parco stesso, e sono possibili solo grazie ai fondi ad esso destinati i quali ricadono, direttamente e specificatamente, su un apposito capitolo del bilancio regionale. Quando si cerca di giustificare il mancato versamento delle quote assegnate all’Ente Parco di Venafro, non si fa altro che omettere un impegno ben preciso. E’ quello che la Regione Molise continua a fare non erogando i fondi stabiliti e necessari per svolgere attività istituzionale, dato che la Regione non ha ancora provveduto ad accreditare i fondi per l’anno 2015 e quelli del 2017. Nonostante la risposta alla mia ennesima interrogazione del 30 marzo 2016, mi è pevenuta a quasi due anni di distanza, il Presidente Fattura e l’Assessore Facciolla, fanno pure gli indiani, non erogando quanto spettante al Parco e addirittura chiedono la rendicontazione delle spese sostenute a fronte dei fondi stanziati, peraltro relativi soltanto all’anno 2016. Intanto mancano quelli per gli anni 2015 e 2017, che hanno determinato una situazione insostenibile, sotto il profilo amministrativo e gestionale del Parco stesso, dato che i fondi attribuiti vengono considerati investimenti e non spesa corrente, e poi perché questo atteggiamento crea le condizioni per ulteriori ritardi nell’erogazione degli stessi. Tale richiesta, inoltre, ssignifica che il Parco dell’Olivo di Venafro, per svolgere la propria attività istituzionale, dovrebbe anticiparne tutte le spese: ma ci rendiamo conto? Se il Parco dell’Olivo di Venafro ancora esiste e resiste, è grazie all’impegno del Direttivo e del Presidente Pesino in particolare, che continuano a lavorare e rappresentare questo Ente ponendolo al vertice dell’attività di salvaguardia, promozione e sviluppo del settore olivicolo venafrano e di quello  circostante.”

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise, reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001 - Editore E.I.S. srl – via San Giovanni in Golfo Z.I. 86100 Campobasso – P.IVA 01576640708
Editorialista Pasquale Di Bello - Direttore responsabile Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi