Pubblicato: giovedì 12 ottobre, 2017 - Tempo di lettura: 2 min.

Isernia, d’Apollonio dice ‘no’ al trasferimento del Giudice di Pace negli uffici della Motorizzazione

Continua il duello, si fa per dire, tra Provincia e Motorizzazione, per ospitare il giudice di Pace di Isernia. Per ora la prima ripresa è a vantaggio della Provincia, in quanto il Comune ha fatto capire di essere contrario allo spostamento al bivio di Sant’Agapito, lì dove ci sono gli uffici della Motorizzazione. E la Giunta d’Apollonio è scesa in campo,chiedendo ufficialmente alMinistero di far restare gli uffici giudiziari in città, illustrando i motivi per i quali ritiene inopportuno lo spostamento al di fuori del perimetro cittadino,primo fra tutti l’impossibilità di predisporre un collegamento con la nuova sede attraverso gli autobus urbani. Così, in una delibera,evidenzia che “il trasferimento oltre a generare forti disagi per tutti gli operatori (giudici,cancellieri,avvocati,parti processuali etestimoni),costituirebbe un ulteriore ed imperdonabile impoverimento della Città di Isernia e del suo già provato e fragile tessuto economico e sociale. Inoltre un discreto traffico quotidiano di persone verrebbe spostato dal centro di Isernia in una zona poco frequentata e priva di ogni servizio e di ogni attività economica”. Ma,soprattutto,la giunta isernina fa presente come i servizi di trasporto pubblico che collegano il centro della città con località SanVito non sarebbero adeguati alle nuove esigenze che si verrebbero a creare con l’insediamento in quellazona di un ufficio giudiziario,e che il Comunenon è neanche in grado di aumentare le corse negli orari utili per tutti gliutenti del giudice di pace,che possono spaziare dal mattino alla sera”. Inoltre,secondo l’esecutivo d’Apollonio, uno spostamento fuori città del Giudice di pace non sarebbe,in ogni caso,esente da disagi.Perché,viene sottolineato nella delibera, “il personale addetto al Giudice di pace deve interloquire e scambiarsi continuamente fascicoli e documenti con il Tribunale di Isernia,con la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Isernia,con gli Ufficiali Giudiziari in servizio presso il Tribunale di Isernia,spostamenti che oggi avvengono a piedi,vista la vicinanza tra le due strutture,con indubbi vantaggi di rapidità,sicurezza ed economicità”. Per tali motivi,la Giunta d’Apollonio ha deciso di “far voti affinché le competenti autorità ministeriali rivedano le ragioni della decisione di trasferire l’ufficio del Giudice di pace fuori dal perimetro del centro di Isernia,nell’esclusivo interesse della collettività e tenuto conto degli indubbi vantaggi,economici e sociali,per la città di Isernia tutta”.

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise, reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001 - Editore E.I.S. srl – via San Giovanni in Golfo Z.I. 86100 Campobasso – P.IVA 01576640708
Editorialista Pasquale Di Bello - Direttore responsabile Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi