Pubblicato: domenica 14 febbraio, 2016 - Tempo di lettura: 1 min.

Giornata di “protesta e proposta” al conservatorio Perosi

conservatorio perosi (2)Concerti, performance e attività musicali. La protesta nei conservatori italiani o istituti superiori musicali che dir si voglia è andata in scena a suon di note e strumenti. Questo per ricordare che la musica è una parte importante della vita quotidiana di tutti e che suonare uno strumento non è un hobby, ma passione, duro lavoro, sacrificio, esercitazioni di ore e ore, di giorni e giorni. Anche il conservatorio Perosi ha aderito alla manifestazione che ha unito tutti gli istituti musicali d’Italia, sotto lo slogan «giornata di protesta e proposta», perché sia chiaro il messaggio che si vuole far passare. «Vogliamo cercare di sbloccare l’immobilismo che ha colpito il Miur e le varie istituzioni. Vogliamo più attenzione» ha detto il direttore Lelio Di Tullio. Eppure i numeri che circondano l’universo della musica sono di tutti rispetto: sono 77 gli istituti di alta formazione, 54 conservatori statali e 19 non statali, 50mila studenti, di cui 10% sono stranieri, oltre 6000 diplomati all’anno, 7000 eventi- specie concenti- all’anno, 6000 docenti. Inconcepibile quindi che tutto questo mondo non riceva le giuste attenzioni. Quello che si chiede è la completa attuazione della riforma del sistema di alta formazione artistico musicale, attesa da 16 anni, un nuovo sistema di reclutamento, ordinamento di tutti i corsi di studio, statalizzazione degli istituti musicali, incremento di risorse. « Questa giornata serve per richiamare l’attenzione sui questi istituti, per dare risalto al valore delle competenze del personale e all’importanza di questi studi- ha fatto presente Giovanni Cannata, presidente del «Perosi»- . Studi che forniscono mezzi per affrontare un futuro lavorativo non solo nel campo della musica ma anche in altri settori, come l’insegnamento o il giornalismo. Siamo abituati a pensare ai conservatori solo come i luoghi che sfornano piccoli o grandi Beethoven, ma sono molto più di questo».

martma

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 


Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi