Pubblicato: martedì 12 maggio, 2015 - Tempo di lettura: 3 min.

La fotografia di Angela Zuppa in mostra a Isernia

di LUCIA LOZZI
Ancora un’esposizione regalataci da Renato Rossi al Bar del Sole. Decisamente un’intenditore. Pillole di arte che fanno della sua attivita’ non solo un punto di ritrovo ma un angolo di cultura . In esposizione le splendide foto di Angela Zuppa . Da un paesino della provincia di Benevento, San Marco dei Cavoti, a Isernia, la sua passione per la fotografia è nata quasi per caso e, latente, e’ venuta fuori in tutto il suo fascino. Una piccola compattina con se’ sempre nella borsa ha trasformato in realta’ la sua passione e, durante un corso di grafica a Napoli, inizia a scattare sempre in maniera più frequente. Scatta ovunque e chiunque la colpisca nell’animo. Angela Zuppa realizza la sua prima “foto artistica” nella metropolitana di Napoli, nel quotidiano, privilegiando l’essere umano. Dietro consiglio di un suo amico, esperto in fotografia Carlo Terenzi, entra a pieno titolo in questo meraviglioso mondo con la sua prima reflex, una 550D. Il suo cammino all’interno del mondo dell’immagine e della grafica si è poi arricchito di nuove esperienze e di nuove nozioni. Da quel momento in poi la sua creatività e la voglia di esprimere le sue emozioni attraverso le immagini prende il sopravvento, esprime la sua passione che la rappresenta e si concretizza in una prima, vera, voluta foto: lo sguardo di sua figlia. Fantastico vedere quegli occhi, si conosciuti ma così ben espressi e “fermati” in un momento che può rappresentare chiunque e che rapisce solo a guardarlo. Entra a far parte nel 2012 di un gruppo di fotoamatori,  Officine Cromatiche, persone e cari amici con cui condividere questa meravigliosa passione, cercando di portare tra i giovani un messaggio positivo di una passione e documentando, con le loro uscite, le bellezze molisane e gli eventi più significativi della tradizione locale. Nei suoi scatti la luce solare diretta crea condizioni di illuminazione insolite che danno fascino e atmosfera ai suoi soggetti. Predilige figure umane e inquadrature semplici ed essenziali, concentrate su ciò che raffigurano come significato.  Del resto la fotografia è proprio questo: un esercizio a togliere, per lasciare posto e spazio a ciò che arriva direttamente al cuore e alla mente. Partendo dall’idea di valorizzare il ruolo attivo del soggetto nella definizione della situazione in cui agisce, si esalta, contestualmente,  il contesto sociale, (il mondo delle risorse, capacità, condizioni materiali e relazioni in cui l’uomo è collocato). Psicologia sociale fondata su un mondo soggettivizzato, costituito unicamente dalle rappresentazioni e valutazione che i soggetti danno sulle cose, eventi, situazioni. Le infinite meraviglie  che ci circondano e sono in mostra in ogni luogo ed in ogni istante vanno vissute personalmente, da ciascuno di noi ma, la loro bellezza, va condivisa e raccontata agli altri, perché sappiano che esistono.  Ad oggi, Angela,  é sempre più convinta che non esista un punto d’arrivo, ma solamente una continua crescita, una continua ricerca del particolare, un continuo “cercare ed osservare”. Per tale ragione cerca sempre di carpire tecniche e “segreti” da chi reputa avere stesse passioni, stessa bravura, ma più esperienza di lei, non mancando di fare tesoro dei preziosi consigli di amici professionisti, con i quali condividere i suoi scatti. “Guarda lo spettacolo che c’è attorno a te, vivilo istante per istante con la tua passione e le tue emozioni;  guardalo con i tuoi occhi ma imprimilo nella tua mente e nel tuo cuore, resterà per sempre con te, dentro di te, sarà parte di te e degli altri”. Per chi vorrà ammirare le sue foto, l’esposizione sarà presente fino al 31 maggio.
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 


Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi