Pubblicato: venerdì 31 maggio, 2013 - Tempo di lettura: 1 min.

Interfibra - Internet veloce + chiamate illimitate a partire da 9  al mese Di Risio, chiesto il concordato preventivo in continuità

La richiesta inoltrata mentre sono ancora in corso le trattative da parte dell’azienda di Macchia, per l’acquisizione di Termini Imerese.

Colpo di scena nella tormentata vicenda della Dr Motor Company. Infatti mentre ancora è in atto la trattativa con la Regione Sicilia per l’acquisizione di Termini Imerese, è arrivata la notizia della richiesta di concordato preventivo in continuità, presentata da Massimo Di Risio al tribunale di Isernia. Momento della verità, quindi, per la sua holding,la Dr Motor Ccompany, che assembla e vende autovetture prodotte in Cina, col marchio Dr, contando su un capitale di 11,5 milioni di euro. Nei giorni scorsi, lo stesso Di Risio, nella sua qualità di presidente, si era fatto autorizzare, da un consiglio d’amministrazione svoltosi a Isernia nello studio del notaio Mariano Sannino, a depositare al tribunale pentro la richiesta di concordato preventivo in continuità. Cosa che è puntualmente avvenuta pochi giorni fa. Il concordato preventivo è la richiesta che viene fatta ai tribunali per evitare il fallimento attraverso una ristrutturazione del debito, previo accordo con i creditori dell’azienda. In gran parte istituti di credito. Ora bisogna attendere le decisioni del tribunale di Isernia. A questo punto la trattativa per Termini Imerese potrebbe anche subire un nuovo stop, come quello produttivo che ha interessato pesantemente l’azienda molisana negli ultimi tempi. Basta guardare i numeri. Come ricorda Milano Finanza, nel 2010 Di Risio aveva immatricolato 5000 auto, passando nel 2011 ad appena 200.

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento
Lascia un commento
  1. piero ha detto:

    Questa è una stori infinita ed il peggio della industria nazionale. Non capisco come ancora si fa credito ad una imprenditoria simile. Ma si sa che ancora si devono prendere stipendi arretrati? Ma si sa che non c’è più un management? e allora dove si crede di andare? sempre a discapito dei soliti…e con i nostri soldi.basta

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi